Ma nulla si avvicina al 1982. Nulla si avvicinerà mai al 1982.

La semifinale della Coppa del Mondo 1982 tra Francia e Germania Ovest all’Estadio Ramón Sánchez-Pizjuán di Siviglia è ricordata – non solo, ma principalmente – per il fallo più oltraggioso e famigerato nella storia della Coppa del Mondo. Dimentica Werner Liebrich su Ferenc Puskas, Mario David su Leonel Sánchez, Luís Pereira su Johan Neeskens, Benjamin Massing su Claudio Caniggia, Mauro Tassotti su Luis Enrique, o anche Zinedane Zidane su Marco Materazzi. Al 57 ° minuto di questa partita, il capitano francese Platini ha notato un divario considerevole tra i difensori della Germania Ovest Manni Kaltz e Uli Stielike, con Patrick Battiston che lo ha preceduto, e ha accarezzato un passaggio di insensata maestosità nel percorso del suo compagno di squadra.Battiston, chiaro in porta con il solo portiere tedesco Toni Schumacher a battere, è stato il primo ad avere una palla che si è quasi alzata in piedi. A che punto…

…beh, più di questo anon. Forse l’aspetto più sfortunato di quello che stava per svolgersi – anche se Battiston e il suo dentista senza dubbio non saranno d’accordo – è che un famigerato atto di brutale cinismo ad oggi getta un’ombra lunga e unibet élő fogadás oscura in un incontro che dovrebbe essere ricordato principalmente come uno dei più grandi, spettacolari e divertenti incontri della Coppa del Mondo di tutti i tempi.Un thriller avanti e indietro, sei goal, in buona fede, tra due squadre piene di talenti di alto livello che si esibiscono a pieno titolo, è proprio lì con un gruppo selezionato di classici della Coupe du Monde: forse solo il “finale” Maracanaço del 1950 , la semi dell’Ungheria-Uruguay del 1954, e lo storditore baciato dal sole servito dall’Italia e dal Brasile a Barcellona appena tre giorni prima che questo evento l’avesse mai migliorato. E ancora. “Avevamo giocato a uno dei due migliori giochi del torneo”, ha ricordato l’umorista tedesco Littbarski, molto amabile dopo che la polvere si è risolta, “ed è stata un’ottima pubblicità per il calcio tedesco.” Sospiro profondo. “O lo sarebbe stato.” Momenti da favola della Coppa del Mondo: Luis Suárez morde Giorgio Chiellini nel 2014 | Nick Miller Per saperne di più

Il modo in cui la maggior parte di esso ha funzionato, sicuramente avrebbe dovuto essere.Non è stato detto che una storia per secoli sia stata raccontata. Facile da dimenticare ora, ma nessuna delle due squadre ha particolarmente impressionato in viaggio verso la semifinale. La Francia era 33-1 outsider all’inizio della competizione, e per un po ‘sembrava che i bookmaker sapessero esattamente di cosa stavano parlando. La squadra di Michel Hidalgo difficilmente avrebbe potuto iniziare la sua campagna in modo più abietto, con un ritardo di 27 secondi su un lato dell’Inghilterra che aveva appena superato le qualifiche e che era notoriamente esitante.Quella partita è andata persa per 3-1, e la Francia ha superato la prima fase a gironi dopo aver battuto i minnows del Kuwait per 4-1, per poi pareggiare 1-1 con la Cecoslovacchia – il risultato finale è stato assicurato solo grazie a un sorpasso all’ultimo minuto. linea di Manuel Amoros. (L’obiettivo della Cecoslovacchia, per inciso, è stato segnato da Antonin Panenka, in quella che sarebbe stata la sua ultima partita internazionale. Potrebbe essere stato qualcosa di diverso da una penalità?) La Francia si è poi ritrovata nel gruppo più facile dei quattro gruppi del secondo turno, ammassati L’Austria e l’Irlanda del Nord, ma anche allora il pasto che hanno fatto del progresso avrebbe fatto vergognare Auguste Escoffier.Nonostante abbiano dominato a fondo gli austriaci, hanno potuto vincere solo con un solo gol, e mentre hanno girato sul 4-1 nordirlandese per fare gli ultimi quattro, le cose potrebbero essere cambiate in modo diverso se il primo attacco di Martin O’Neill non fosse stato assurdamente respinto. Facebook Twitter Pinterest Algeria Lakhdar Belloumi, a sinistra, gira e festeggia dopo aver segnato il secondo gol contro la Germania Ovest. Foto: AP

La Germania dell’Ovest, seconda favorita fin dall’inizio del Brasile, è riuscita in qualche modo a peggiorare ulteriormente. La prima fase a gironi è stata un inebriante cocktail di debacle e disonore: una sconfitta da battesimo verso l’Algeria dopo aver promesso di dedicare “il settimo gol alle nostre mogli e l’ottava ai nostri cani”, seguito rapidamente dal vergognoso e deprimente patto “Anschluss” con l’Austria .Gli sforzi della Germania nella seconda fase a gironi non hanno particolarmente conquistato la folla: una rete a reti inviolate con l’Inghilterra, poi la vittoria clinica sugli ospiti della Spagna. Ma nel loro team c’era un talento di livello mondiale: Littbarski, il calciatore europeo dell’anno Karl-Heinz Rummenigge, Klaus Fischer, Paul Breitner e qualcuno sicuramente doveva consegnare a un certo punto.Lo stesso diceva il francese, che non avrebbe potuto essere un grande scossone alle spalle, ma aveva un centrocampo – Platini, Jean Tigana, Alain Giresse – abbastanza prodigioso da coprire le eventuali crepe, e forse stavano colpendo il loro passo esattamente nel momento giusto. (Hidalgo aveva citato la risposta al tiro di avvertimento O’Neill contro l’Irlanda del Nord come la migliore prestazione del suo regno di sei anni come allenatore fino ad oggi.)

Il formulario non prometteva molto, ma non importa, perché la partita dovrebbe consegnare praticamente tutto. La Germania Ovest è volata fuori dai blocchi. Il trucchetto Littbarski è stato il turno della stella contro la Spagna, segnando un gol e unibet fogadási bónuszok costruendone un altro, e ha continuato da dove aveva lasciato, imbarcandosi in uno slalom pericoloso nella zona francese nel primo paio di minuti.Poi al quarto d’ora, ha battuto un calcio di punizione dalla traversa con una tale forza che la palla ha fischiato direttamente fuori dalla scatola. Tre minuti più tardi aveva segnato il gol iniziale, sparando basso e duro attraverso un boschetto di gambe dopo che il buon lavoro di Breitner e Fischer aveva causato un piagnisteo nell’area di rigore francese. È stato l’ottavo gol di Littbarski in 13 presenze dal debutto dell’autunno precedente; il 22enne non ha perso tempo nell’annunciare il suo talento. Platini ha implorato Schumacher di calmarsi ma i suoi occhi laser sono stati addestrati solo su Sei, persi in una fantasticheria sociopatica

La Francia ha impiegato meno di 10 minuti per raggiungere la parità, Bernd Forster alle prese con Dominique Rocheteau nella zona, Platini che slitta la penalità inviando Schumacher nel modo sbagliato con un sidefoot fiducioso.A quel punto il gioco ha sviluppato qualcosa di un vantaggio, un presagio di cose a venire. Kaltz e Bernard Genghini avevano già scambiato piccoli hack, e Giresse è stato prenotato per calciare la palla in modo petulante dopo aver concesso un calcio di punizione. Era Schumacher, però, che aumentava davvero la temperatura. Al 35 ° minuto, ha raccolto un passaggio e inutilmente rotolato in avanti in Platini, facendo impressione sulla coscia del capitano francese. Quattro minuti più tardi, tamponando una croce Tigana, Schumacher ha felicemente lasciato che il suo attaccante attaccasse Didier Six al pavimento, lo ha trattenuto un po ‘più a lungo del necessario, giusto per fare un punto, poi ha spinto via il attaccante coppia finalmente districata.Platini implorò il custode di sobbollire, ma gli occhi laser di Schumacher erano addestrati solo sui Sei totalmente innocenti, persi in una fantasticheria sociopatica.

Il gioco stava diventando aspro. I tedeschi andarono dritti dall’altra parte del campo, Kaltz sfrecciando lungo l’ala destra in acri. È stato falciato dalla gamba cheesewire di Genghini, che si è guadagnato una prenotazione. Ma c’erano troppi artisti in residenza per la partita a degenerare totalmente in assurdità criminali. Dal calcio di punizione risultante, Giresse e Tigana hanno triangolato maestosamente nella propria area per uscire dai guai – una specie di audace fuga di rischi che potrebbe dare a Brendan Rodgers sentimenti caldi, teneri e traballanti nei suoi sogni – permettendo a Six e Rocheteau per lo stream upfield con estremo pregiudizio.La mossa della lunghezza del campo si è conclusa con Platini, nell’angolo sinistro della scatola tedesca, fischiettando un colpo forensico in pollici largo nell’angolo in alto a destra. Sarebbe stato l’obiettivo del torneo. Fino a quel punto, comunque.

Tutto a metà tempo, dopo 45 minuti in cui la bellezza aveva soffocato la brutalità. Ma c’è stato un brusco cambiamento di tono dopo il riavvio. Appena 34 secondi del secondo tempo erano trascorsi quando Forster ha battuto Rocheteau alla schiena, un assurdo assalto kung-fu che ha suscitato un delizioso gallico “Oh la la!” Dal gruppo di commentatori della televisione francese. Cartellino giallo.

Il colpo di Platini fu il catalizzatore per il momento che avrebbe venire a definire e adombrare questa partita, la reputazione della squadra della Germania Ovest negli anni ’80 e le carriere di due dei più grandi talenti del calcio europeo. I tifosi francesi dietro l’obiettivo di Schumacher hanno preso un’età per restituire la palla. Quando è stato finalmente rimandato sul campo di gioco, il portiere tedesco – a malapena più tranquillo dall’incidente con Six nel primo tempo, il suo coperchio ancora scricchiolava sotto la pressione del vapore interno – sagomato per lanciare la palla con forza nel Folle galiziana, ma interruppe il mid-fling e lo mise invece per un calcio di porta.Quasi esattamente un minuto dopo, dare o prendere un secondo, lo splendido passaggio di Platini stava rimbalzando verso la sua area con Battiston sicuro di incontrarlo per primo. Il francese ha guidato per la prima volta il sorpasso di Schumacher e il centrocampo della mano destra. La maggior parte degli occhi, compreso l’arbitro e l’obiettivo della telecamera principale, ha seguito la palla mentre entrava in contatto. Un membro del gruppo di commentatori francesi, tuttavia, aveva mantenuto il suo sguardo su Battiston. Toni Schumacher colpisce Patrick Battiston. Foto: Colorsport / REX “Ay ay ay!”

Battiston aveva preso contatto con la palla appena dentro il D. A questo punto, Schumacher era ancora un buon quattro metri nella sua area, scappando dalla sua linea in un inseguimento inutile.Il guardiano ha avuto tutto il tempo di cambiare direzione, o di fermarsi morto sulle sue tracce, ma invece ha scelto di arare, saltare in Battiston e girare il suo corpo a mezz’aria. L’anca colpì il volto di Battiston, facendo cadere all’istante il centrocampista francese e mandandolo a schiantarsi sul terreno. Mentre Battiston giaceva immobile, circondato da frenetici compagni di squadra, Schumacher piazzò tranquillamente la palla nell’angolo sinistro della scatola da sei metri e si aggrappò con nonchalance, masticando gomma, aspettando di prendere il calcio di porta.

Avrebbe quattro minuti di attesa. Battiston, meno tre denti, è stato caricato su una barella e portato fuori dal campo, dove gli sarebbe stato dato ossigeno prima di essere portato in ospedale. Platini teneva la mano floscia del compagno caduto mentre veniva portato via.Doveva essere una penalità per la Francia, e un cartellino rosso per Schumacher, ma non ci sarebbe stata alcuna punizione. Il portiere ha ricominciato la partita con il calcio di porta. Facebook Twitter Pinterest Patrick Battiston è sul terreno mentre Michel Platini e Didier Six vengono in suo aiuto. Foto: AFP / Getty Images

Gran parte dell’obbrobrio è stata attribuita all’arbitro olandese Charles Corver per la sua mancanza di azione, sebbene il nostro uomo David Lacey fosse in sintonia con il funzionario: “Per essere onesti, la qualità del passaggio di Platini a Battiston fu così che Corver fu colto di sorpresa dalla difesa e non avrebbe potuto avere una visione chiara dell’incidente.In effetti, la severità dell’assalto di Schumacher è diventata evidente solo quando è stato visto dietro l’obiettivo francese. ”

Eppure, è stato uno dei grandi oltraggi nella storia della Coppa del Mondo -” Il guardalinee più vicino non dovrebbe essersi perso “è stato l’avvertimento di Lacey – e quel che è peggio, non ci sarebbe alcun rimborso karmico. Al contrario.

La Francia ha dominato il resto della seconda metà, ma mentre Schumacher avrebbe potuto essere il cattivo del pezzo, non era un ciarlatano. Ha soffocato il tiro di Six, poi ha negato Rocheteau, entrambi da distanza ravvicinata.Il giovane Amoros, che aveva vinto il suo primo cap cinque mesi prima, ha tagliato dentro da sinistra e ha fatto vibrare il bar in tempo di recupero (“Ay ay ay ay!”) E mentre c’era ancora tempo per Breitner e Fischer per forzare un eroico doppia parata di Jean-Luc Ettori, non c’era dubbio chi era stato il migliore in quanto l’arbitro ha fatto a tempo pieno. Qualcosa che la Francia ha provato provando all’inizio del tempo supplementare: in nove minuti erano 3-1, Marius Trésor girava e copriva una spettacolare prestazione al volo, Giresse colpiva un altro in area sinistra dal limite dell’area. La Francia era sicuramente arrivata alla sua prima finale di Coppa del Mondo.

I francesi iniziarono a fare il giro del pallone in un modo molto esteticamente piacevole, la maggior parte dello stadio rispondeva, opportunamente, con una serie di olé!La giustizia è una cosa; hubris piuttosto un’altra. Giresse è stato espulso con un placcaggio croccante, la Germania Ovest ha allagato il campo, Littbarski si è fatto spazio sulla sinistra e ha lanciato un cross sul primo palo, che è stato deviato in casa abilmente dal sostituto Rummenigge che, in semi-posizione, era venuto solo il campo cinque minuti prima con la partita che si allontanava dai tedeschi. All’improvviso, lo slancio si era spostato. Per la Germania occidentale, era di nuovo in corso. Facebook Twitter Pinterest I denti di Patrick Battiston, che sono stati esposti in un museo di Berlino. Foto: Wolfgang Kumm / epa / Corbis

Nei restanti due minuti prima del turnaround, Breitner e Littbarski si sono alternati per sparare bassi pericolosi attraversando la casella francese da sei yard da destra.La marea si era trasformata, e nel giro di tre minuti dall’inizio del secondo periodo di tempo supplementare, la Germania Ovest pareggia con uno dei traguardi più spettacolari e squisiti nella storia della Coppa del Mondo. Lo stupefacente Littbarski è andato bene sulla sinistra e ha lanciato una traversa sul secondo palo per Horst Hrubesch, che è rientrato al centro. Fischer, con la schiena alla porta, ha tirato fuori il suo piolo destro e ha guidato un glorioso calcio in testa in alto a destra. Brillantezza ginnica unita a precisione mortale, uno sforzo eccezionale nelle circostanze.

La Germania Ovest trascorse il resto della partita arrivando in Francia, ma non riuscì a fare la svolta.Nel frattempo, la Francia fu spesa; il più vicino a segnare era nella propria rete, Tresor rompe un attacco tedesco colpendo una palla verso l’angolo in basso a sinistra della porta francese, un retropassaggio in panico che è stato fortunatamente abbastanza vicino a Ettori per il portiere di soffocare. Un classico drammatico semplicemente non poteva finire in alta farsa.

Il conseguente rigore di rigore – il primo in qualsiasi Coppa del Mondo – si sarebbe concluso solo in un modo: con Schumacher l’eroe. Il portiere tedesco ha fatto due belle parate, da Six e Bossis, a quella di Ettori da Stielike. La Germania Ovest è arrivata fino alla finale, mentre la Francia e gli spettatori delle altre 107 nazioni della Fifa che erano entrate nella Coppa del Mondo del 1982, hanno avuto il cuore spezzato.Nessun lieto fine. Momenti mozzafiato della Coppa del Mondo: El Salvador umiliato in Spagna | Paul Doyle Per saperne di più

Una catastrofe sportiva per i francesi, anche se in qualche modo anche per i tedeschi, che hanno più giocato il loro ruolo in un classico freddo, ha lanciato uno dei più grandi rimonte in Coppa del Mondo storia con due gol sbalorditivi nelle situazioni più pressanti, e (sussurrando) erano probabilmente la squadra migliore, sia la sera che nel complesso. Eppure niente di tutto questo sarebbe stato ricordato, Schumacher aveva fatto quello che Schumacher aveva fatto. La simpatia per la Germania occidentale era, ed è tuttora, scarsamente disponibile.Comprensibilmente così, anche se ci vuole un cuore duro per non dispiacersi per l’innocente Littbarski, la cui prestazione man-of-the-match è ormai quasi dimenticata, cancellata dalla memoria dal capriccio del suo portiere.

Il povero Battiston è stato dimesso dall’ospedale il giorno dopo, dopo aver rotto due dei suoi denti. Schumacher – “speriamo di non essere troppo crudele”, ha voluto che il giornalista di questo giornale in Coppa del Mondo – si sia offerto immediatamente di pagare per entrambi. Quattro anni dopo, le due squadre e i due giocatori si sono incontrati di nuovo nello stesso stadio a Guadalajara. Con la Francia in svantaggio e battendo per recuperare un pareggio, Battiston ha centrato un tiro tardivo a Schumacher. Il racconto fiabesco avrebbe visto il custode armeggiare la palla nella propria rete, la Francia che andava a raggiungere la finale.Ma Schumacher ha salvato bene, la sua effigie, appesa al sostegno francese dietro il suo obiettivo, chiaramente privo di proprietà voodoo. I tedeschi hanno poi sfidato il campo, dove Rudi Völler ha siglato l’accordo. Germania Ovest 2-0 Francia, in più di un modo.

Nessuna redenzione per i francesi, quindi, che hanno dovuto accontentarsi della consapevolezza che i tedeschi hanno perso entrambe le finali del 1982 e del 1986. Ma lo schadenfreude calma così tanto l’anima, quando le tue speranze e i tuoi sogni sono stati screditati in modo così crudele. Quindi sì, le semifinali di Coppa del Mondo non sono particolarmente favorevoli alla Francia. Ma sono stati addirittura crudeli con il povero vecchio Patrick Battiston. Sì, sì.

News Reporter