Antoine Griezmann è uno dei grandi flagelli di LaLiga. L’attaccante francese è uno dei maggiori pericoli per un Barcellona che proverà a tornare a Barcellona con la Supercoppa spagnola sottobraccio. Tutte le squadre della competizione nazionale hanno sofferto della mira e dell’istinto del gol. Tutti tranne alcuni: Atlético de Madrid.

Il nazionale francese ha attraversato 33 blocchi in LaLiga nelle undici stagioni in cui è stato in Spagna, dieci in First. Ne ha superati 32, solo uno gli resiste: l’Atlético de Madrid.In nove occasioni ha incrociato la sua ex squadra e in nessuna ha potuto festeggiare un po ‘.

Con la maglia della Real Sociedad, entità che lo ha portato in Spagna nell’estate del 2009 per rafforzare la rosa in Seconda Divisione e ottenere la promozione, ha affrontato l’Atlético de Madrid in otto occasioni con un pareggio di uno vittoria, pareggio e sei sconfitte. Non ha chiamato. Con il Barcellona ne ha giocato solo uno, quello che ha giocato poco più di un mese fa, il 1 ° dicembre, a Madrid. Non ha superato Oblak.

Ora le loro strade si incrociano di nuovo. Lo fanno in Arabia Saudita. In una delle semifinali della Supercoppa spagnola. Griezmann è in gran forma ed è già un altro dei culé trident. Ci è voluto del tempo per adattarsi al nuovo sistema, posizione, allenatore e spogliatoio.Ma ha una grande intesa con gli altri due punti del tridente: Leo Messi e Luis Suárez.

Il nazionale francese, uno dei giocatori più utilizzati da Valverde, ha segnato sette gol in LaLiga e uno in Champions League Legue, contro il Borussia Dortmund.

Gli avversari su cui ha preso particolarmente le misure sono Athletic, Valladolid, Valencia e Celta de Vigo. Ha segnato otto gol per tutti e quattro. La sua sfida ora è superare la sua ex squadra e aiutare a piantare il Barça nella finale di Supercoppa. È in gioco il suo primo gozzano calcio titolo da culé.

Sufficientemente motivato

Nel caso in cui l’Atlético de Madrid sia l’unica vittima che è stata Resistere fino ad oggi non è bastato, Griezmann ha più argomenti per motivarsi prima del confronto di giovedì. Il francese vuole rilasciare il suo record da giocatore del Barcellona. Antoine non solleva trofei dal 2018: la Supercoppa Europea che ha vinto proprio quando giocava ancora con la maglia biancorossa.

Inoltre, il suo rimpatrio con le tribune del Madrid non è stato positivo dopo la sua partenza l’estate scorsa. previo pagamento della clausola risolutiva. Durante la sua prima visita a Wanda Metropolitano come rivale, Griezmann ha dovuto affrontare un’accoglienza molto ostile.La squadra giovanile della Real Sociedad ha sperimentato nella sua carne come i tifosi del materasso li spendono quando mettono la croce su un giocatore. La sua partenza, soprattutto la forma, non ha fatto piacere agli adepti, che non hanno esitato a mostrare il loro disagio.

Al di là della solita ostilità che si ha con un rivale in campo sportivo, sono stati rivolti gravi insulti contro la sua persona dagli spalti. In alcuni momenti dell’incontro si sono sentiti canti di un settore augurandogli la morte. Infatti, la stessa Lega ha presentato una denuncia alla Concorrenza, raccogliendo questi insulti, e la situazione è in attesa di studio da parte dell’Anti-Violenza. Ora, Griezmann vuole prendere la parola nel miglior modo possibile. Con obiettivi. Il francese, invece, è molto orgoglioso e felice del suo passato rojiblanco. *

News Reporter