Certo, ricordo immediatamente quanto sfortunato Wilfrid fosse nel tempo

Allo stadio Leicester, Zaa ha mostrato una vera classe. Durante la trionfale campagna di Leicester nella stagione 2015/16, la loro difesa, composta da Danny Simpson, Wes Morgan, Robert Hoot e Christian Fuchs, è stata ad un certo punto la migliore in campionato. Nella seconda parte del campionato, la squadra ha perso solo una volta e ha subito solo 11 gol.

Tuttavia, con il punteggio di 2: 0 Zaa ha battuto Morgan così tanto che il giamaicano potrebbe vergognarsi di lasciare l’Inghilterra e nascondersi dal pubblico del calcio per sempre. Ci sono stati così tanti momenti in quella partita in cui Zaa ha dimostrato una classe che sembrava completamente fuori posto nel modesto Palazzo.

In passato i giochi luminosi aiutavano i giocatori di football a salire la scala gerarchica, ma alla fine fallivano. Così è stato con Bonnie in City o Lambert a Liverpool. Tuttavia, Zaa ha mostrato un livello e una classe tali che diventa completamente incomprensibile il modo in cui lo United potrebbe lasciarlo andare.

Certo, ricordo immediatamente quanto sfortunato Wilfrid fosse nel tempo. Era stato firmato dallo stesso Sir Alex Ferguson, ma non era ancora in grado di lavorare con l’allora giovane inglese – il nuovo capo, David Moyes, prima annullò la partenza di Nani dall’Old Trafford, e poi fermò completamente Zaa dall’entrare in campo. Di conseguenza, è andato a Cardiff in affitto.

Molti al suo posto avrebbero provato a cambiare, adattando il loro gioco alla squadra e all’allenatore. Zaa, tuttavia, ha preso la direzione opposta, decidendo di sviluppare talenti già noti. È logico che fu a Crystal Palace che fu in grado di dimostrare tutte le sue abilità, perché qui gli danno una possibilità. Non solo gioca, suona come vuole.

Zaa ha già notato il sostegno di Roy Hodgson, che condivide il suo desiderio di migliorare in ciò che può fare. Secondo il giocatore, l’allenatore ha ordinato che se non si poteva aggirare il giocatore, è necessario riprovare, ancora, ancora e ancora. E ora Zaa ha iniziato a ispirare paura nei difensori. Guarda cosa è successo al Chelsea o al West Ham.

In questi giochi, è stato il suo stile e il suo approccio a contribuire al raggiungimento del risultato. Con Chelsea per 96 minuti, non è riuscito all’attacco, ma ha provato così tante volte a fare qualcosa che la difesa torturata ed esausta alla fine si è sbagliata.

 

News Reporter