Biles ha vinto tre medaglie d’oro da Rio finora, ha vinto il multi-traccia e il salto ed è stato membro di una squadra americana sovrana.

Il quarto oro per abbinare Caslav e Latynina può arrivare sul pavimento martedì.

Oggi, Wevers stava usando la sua esitazione oggi, e grazie alla sua maggiore difficoltà, ha relegato Lauren Hernandez al secondo posto.

Biles era stupito del passato a Rio, ma fatale per lei è diventato capriola in avanti. Cadde sul bordo della trave, barcollò e si sporse in avanti con entrambe le mani sullo strumento.

Segnato 14.733 punti rispetto alla qualifica di nove decimi.Ha preso il comando, ma cinque delle sue ginnaste l’hanno presa.

Il sogno di cinque medaglie d’oro è andato a Biles subito dopo il primo. Il ventiquattrenne Wevers, che era stato in bilico a Biles l’anno scorso alla trave di equilibrio, ha allenato la sua formazione originale senza un grosso errore e ha vinto 15.466 punti. Una prestazione ancora migliore dopo di lei è stato un altro membro della squadra americana, Hernandez, ma con due decimi di grado inferiore per difficoltà l’ha mandata in seconda posizione. L’americano ha provato a capovolgerlo per protesta, ma non ci è riuscito.

Nelle finali di ginnastica maschile, i campioni del mondo hanno trionfato sia sul salto che sui cerchi. I cerchi vennero vinti dalla greca Eleftherios Petrunias, Ri Se-kwang dalla Corea del Nord dominò il salto.Due medaglie oggi sono state vinte dal russo Denis Abljazin, che era d’argento nel salto e bronzo nei cerchi. Oltre all’argento della competizione a squadre, ha vinto tre metalli preziosi a Rio. Petrunias ha vinto il miglior risultato.

Ha segnato 16 punti per la sua formazione e ha lasciato Zanetti a circa un quarto di distanza. La formazione più difficile è stata la vincente della qualificazione, la cinese Liu Yang, ma due errori piuttosto significativi lo hanno portato al quarto posto. Ha guadagnato tre decimi di punto in meno delle qualifiche.

Diversamente da lui, Ri Se-kwang ha migliorato il punteggio con cui ha vinto la qualificazione.Ha guadagnato una media di 15,691 punti in due salti e ha confermato di aver gareggiato in competizioni mondiali dal 2014. Abljazin era dietro di lui di 0,175 punti.

Il giapponese Kenzo Shirai ha vinto la lotta al bronzo e si è classificato come favorito domenica. Ha ottenuto esattamente lo stesso marchio della rumena Marian Dragulescu, trentacinquenne, ma grazie a un risultato migliore gli è riuscito davanti in una partita.

Il proprietario di diciassette medaglie d’oro dei Campionati europei e mondiali non aggiungerà un altro metallo prezioso alla quarta partecipazione olimpica. Ha una medaglia d’argento e due di bronzo dei Giochi di Atene 2004.

News Reporter